Pagine

domenica 24 aprile 2016

Biscotti Dexter


Ho già parlato una volta della serendipity e del suo valore in cucina, ma questa volta non posso fare a meno di considerare che il risultato (soprattutto estetico) di questo mio biscotto è molto lontano da quello che avevo preventivato, e questo effetto, è evidenziato soprattutto nelle foto, poiché dal vivo non hanno questo aspetto così…vampiresco :D
Così, per una volta nella storia del blog (come spesso e volentieri mi accade pure nella vita reale) sono in anticipo sulla tabella di marcia delle festività bloguettare e mi sono portata avanti sulle preparazioni per Halloween! 
Le sorprese però non sono finite, dal momento che è solo grazie a Dani ( pensacuoca ) e Juri (fotomangio)  del blog "Acqua e Menta" che ho scoperto la frolla montata, con la quale mi sono cimentata tanto tempo fa in un luogo lontano lontano, al punto da non ricordare nemmeno il risultato.
E questa volta però, sono sicura che non la dimenticherò tanto facilmente ;) visto l’ottimo risultato ottenuto.
Ritorna così l'appuntamento mensile con l' MTChallenge, la community di cuocoamatori sempre più grande e competente.



Biscotti Dexter

Frolla montata con meringa cotta e sciroppo al vino rosso


Biscotti Di Frolla Montata

la ricetta della frolla montata è quella classica proposta da Daniela, non avendo molta dimestichezza con questa preparazione ho voluto giocarmi la carta del burro per questa ricetta, poiché vale come prima prova.
Il risultato è stato molto soddisfacente anche se i biscotti si sono leggermente seduti in cottura, ma sono ottimi al gusto.

Ingredienti:

105 g di zucchero a velo
208 g di burro a 18°-20°C
250 g di farina debole W 130/150
62,5 g di uova intere a 20-22°C (circa un uovo e un tuorlo)
Preparazione
Mescolare o montare leggermente con la frusta la materia grassa con sale e aromi. Unire lo zucchero e montare leggermente la massa. Aggiungere poco per volta le uova. Inserire in più volte le polveri (farina, cacao, lieviti…) e lavorare fino a completo assorbimento.
Da utilizzare immediatamente.

Ho versato l'impasto in una saccapoche formata con un doppio strato di carta forno in cui ho inserito un'arcaico beccuccio di acciaio di mamma, alto e grosso quanto un dito. Mi sono serviti entrambi per imprimere la giusta forza all'impasto...perchè è comunque bello solido da spremere.



Meringa Italiana

100g albumi
2 cucchiai di zucchero semolato

montare a bassa velocità gli albumi con 2 cucchiai di zucchero in una planetaria.

200g zucchero semolato
50g acqua
2 cucchiai di aceto

mettere lo zucchero, con la poca acqua e l’aceto in una casseruola e portare a cottura su fiamma vivace, è pronto quando tutta l’acqua è assorbita e lo zucchero si posa sul fondo scoppiettando in tante bolle, se non siete pratiche a occhio, misurate la temperature che deve essere a 120° .

Aumentare la velocità della planetaria e versare a filo lo sciroppo di zucchero sugli albumi. 
Montare finché toccando il fondo del recipiente risulta freddo al tatto.




Sciroppo al Vino Rosso

400 ml vino rosso
200g zucchero
1 stecca di cannella 
2 baccelli di vaniglia senza semi

portare a bollore su fiamma vivace finché il vino non si riduce di 2/3, e raggiunge consistenza viscosa e densa.

Lasciare raffreddare.


Sporcare l’interno di una saccapoche con lo sciroppo di vino, riempire con la meringa e farcire i biscotti. In questo modo otterrete una meringa variegata al vino rosso, l’abbinamento è azzeccato, in quanto il vino conferisce quel tocco acidulo e fruttato che stempera la dolcezza pannosa della meringa. Lo sciroppo è molto buono e va bene anche da solo per farcire i biscotti ma la consistenza scivolosa non lo permette. 

E' preferibile farcire i biscotti quando sono ancora caldi per rendere più stabile la meringa.


(la foto sotto è stata scattata il giorno dopo, è quindi preferibile guarnire la superficie quando è il momento di mangiarli, anche se al gusto la differenza è impercettibile non è la stessa cosa ai fini estetici)


NB Le gocce rosse che vedete sulla superficie dei biscotti sono di sciroppo al vino rosso e NON di sangue, come sembra dalle foto :D

Questo mese impastiamo insieme all' MTC!





4 commenti:

  1. Ahahah che ridere i frollini Dexter :D è in pratica l'unica cosa che stiamo guardando io e Juri negli ultimi mesi, quando abbiamo un pochino di tempo ce ne guardiamo una puntata, tanto che l'anno scorso neppure sapevo cosa fosse e ora siamo all'inizio della quinta stagione (tant'è che ho letto il tuo post scorrendolo con grande timore perché non volevo ci fosse per me qualche spoiler :P ).
    La frolla si è un po' seduta, ma abbiamo capito che bisogna sviluppare un certo feeling con questa preparazione, per cui: non demordere e quando li preparerai per halloween saranno perfetti sotto tutti i punti di vista :)

    RispondiElimina
  2. Abbeh..se poi vogliamo cominciare a parlare di serie tv si apre un capitolo e pure ampio nella vasta enciclopedia MTC ;)
    Io con Dexter ho smesso,e ho cominciato una nuova dipendenza "In treatment" vuoi per deformazione professionale , vuoi perché sto cominciando a riprendere ora consapevolezza sulla mia vita in seguito a due anni davvero impegnativi, per questo delle volte vorrei mollare il gioco perché non riesco quasi mai a ripetere le ricette quando c'è qualche problema, e la versione di prova finisce per diventare quella definitiva. Poi penso che l'MTC è l'unico filo che non voglio tagliare con la blogosfera, e anche se ultimamente sono più assente del solito dai tanti importanti traguardi del gruppo, mi fa piacere imparare da tante capaci partecipazioni e dalla Gennaro in particolare. Vedi anche se preparo delle cose e scrivo i post poi finisce che non le pubblico :( e pubblico solo per l' MTC!!!
    Veniamo alla ricetta, io ho steso la pasta non in altezza ma in piano, con dei cerchi leggermente sovrapposti, la pasta si è un pochino allargata in cottura, ma non ha trasudato olio e il sapore e la consistenza del prodotto finito era ottimo, tanto è vero che sono stati i primi a sparire (di tre varietà che ho cucinato) per questo non mi sono preoccupata molto se fossero giusti o no, ovviamente ho pensato che avrei voluto sperimentare ancora, sia per migliorare la resa, sia per raggiungere una conoscenza stabile sulla preparazione. A questo punto però mi viene un dubbio ... e se l'ottimo sapore fosse una conseguenza dell'errore ??? ;))))

    RispondiElimina
  3. tu sei una delle mie concorrenti preferite- e la minaccia subliminale insita nei biscotti Dexter non c'entra: perchè sei brava da far paura, sempre un passo avanti agli altri sul fronte della creatività, ma con proposte sempre credibili, coerenti, rispettose della tradizione e delle materie prime-e in pi hai questo senso dell'umorismo dissacrante e bastardo che ti fa schizzare in cima alla lista dei miei concorrenti preferiti. Tu parli di chiudere il blog, io penso di darti più spazio- e questa sì che è una minaccia.
    Sentiamoci nei prossimo giorni (e se non ti scrivo perchè nel casino di quest'ultimo anno ho perso la tua mail, fallo tu :-) oggetto "mi immolo" :-) a prestissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se Van Pelt chiama, io rispondo! e' indubbio che mi piaccia sperimentare...e pure che do il meglio nelle ricette "poco tradizionali" oramai conosco i miei gusti e so di vivere in cucina, come nella vita, tra due estremi, fatti di piatti light e lievi al palato, e botte di gusto e consistenze ;) molto felice sempre, quando passi di qui ;)

      Elimina

Qualsiasi parere, idea, suggerimento, sono bene accolti, grazie a chiunque vorrà dedicarmi un minuto per farmi conoscere la sua opinione :)