Pagine

martedì 15 maggio 2012

EcoBudino Salato che fa venire l'Acquolina



Questo mese la sfida di Menù Turistico, 
racchiude moltissimi elementi che mi appassionano,
il budino,
che nella variante più classica del creme caramel,
 rappresenta il primo amore nello sconfinato amore per i dolci al cucchiaio,

ci offre inoltre la possibilità di trasformare un elemento classicamente dolce,
nella sua versione salata,

e infine la possibilità di sperimentare una tendenza che mi appassiona in questo periodo,
ovvero la sostenibilità della cucina,
e l'impiego di quello che solitamente scartiamo per creare nuove pietanze,
 che siano oltre che "brave" anche "buone" ( i miei ultimi post non parlano di altro! ).


Se a tutto questo aggiungete la ricetta perfetta di Francesca
e la sfida con le altre agguerritissime partecipanti, 
avrete la ricetta dell'MTChallenge!


Budino Salato ai Baccelli, con Piselli freschi, Olio alla Vaniglia, e Crackers al sale rosa

1 kg piselli freschissimi con il baccello

100 ml di panna fresca

2 uova

30 g di parmigiano

2 gocce di essenza di vaniglia

pepe

sale.

Sgranate i piselli freschi e tenete da parte i baccelli, 
vi ritroverete con circa 650 gr di baccelli e 350 gr di piselli, io ho utilizzato i baccelli per la ricetta del budino, ed ho conservato i piselli come complemento.

Per il budino salato:
Pulite le bucce dai filamenti fibrosi,
poi sbollentate i baccelli per 10-15 minuti in acqua bollente salata finchè non saranno teneri,
appena cotti, scolateli e lasciateli raffreddare finchè non saranno tiepidi.
A questo punto procedete come suggerito da Francesca-Acquolina, frullando i baccelli insieme alla panna, e aggiungendo gli altri ingredienti richiesti, io ho aromatizzato il budino di baccelli con pepe ed alcune gocce di essenza di vaniglia,
Accendere il forno a 180°C. Versare negli stampi  (io spennellato con olio evo anche quelli di silicone) e cuocere nel forno a bagno maria (versare due dita di acqua calda in una teglia e adagiarvi gli stampi con i budini)  per 30 minuti circa (dipende dagli stampi). 

Per i piselli:
Cuocete a bagno maria in forno anche i piselli, 
procedete ponendo i piselli freschi in un barattolo di vetro a chiusura ermetica,
già conditi come preferite,
io con un
cipollotto ( ridotto in briciole )

sale

pepe

olio evo

e lasciate cuocere insieme ai budini 30-35 minuti.


  

per l'Olio alla vaniglia 

500gr di olio extra vergine d’oliva ( gentile )

1 baccello di vaniglia (bello cicciotto e di buona qualità)

tagliare il baccello della vaniglia a metà nel senso della lunghezza
versare l'olio in una casseruola,
 unire i semi e i due pezzi del baccello di vaniglia. Scaldare il tutto a 70°C.
togliere dal fuoco, coprire con della pellicola e lasciar macerare per circa 12 ore o più,
con l’aiuto di un imbuto travasare il tutto in bottiglie di vetro con chiusura possibilmente ermetica e conservare a temperatura ambiente.
Fatelo riposare una quindicina di giorni prima di utilizzarlo.

In questa ricetta ho utilizzato l'olio alla vaniglia come complemento, per richiamare l'aroma utilizzato per il budino, l'ho versato a crudo sopra i piselli.

Normalmente compro l'olio aromatizzato in un frantoio abruzzese, se volete vi dico quale, 
ma l'olio alla vaniglia non è tra le loro proposte, ho cercato in rete una ricetta, e questa di Fiordivanilla mi è parsa molto valida, impressione poi confermata dall'assaggio! ;P



Per i Crackers al Sale Rosa:

200 gr Farina

2 cucchiai di olio evo

Vino bianco q.b.

Sale Rosa

fate una fontana con la farina, versate al centro l'olio evo, ed impastate con il vino bianco, fino a formare una palla morbida ed elastica, lasciate riposare 1 h, poi stendete l'impasto in una sfoglia sottile e  ritagliate dei quadratini con una rotella, spargete sulla superficie dei crackers il sale rosa ed infornate a 200° per 15-20 minuti.


Per i cannibali carnivori, ho pensato ad un extra goloso, 


per i: Candied Bacon

Bacon a fettine

zucchero di canna

semi o frutta secca

si procede infornando le fettine di bacon per pochi minuti ( 3-5 )
appena inizia a sciogliersi il grasso
si sparge sulla superficie lo zucchero di canna, e i semi prescelti,
si inforna per altri pochi minuti,
ovvero finchè il tutto non risulti caramellato,
si sforna e va servito caldissimo.


Dopo aver sformato i budini salati, nelle prime foto, ho cotto il tutto nei barattolini di vetro che vedete in foto, ho completato poi con i piselli e l'olio alla vaniglia, come accompagnamento servite con i crackers.

Per la versione carnivora, non ho utilizzato l'olio alla vaniglia, ma semplice olio evo come finitura, e il candied bacon come accompagnamento insieme ai crackers.

Con questa ricetta partecipo al contest più figo della blogosfera! MTChallenge!



32 commenti:

  1. Che bello utilizzare anche i baccelli, è da secoli che mi riprometto di provarci e poi, mai che ci riesca.

    Tu non solo lo hai fatrto, ma ne hai tirato fuori un signo budino!!

    Per non parlare di quell'olio alla vanigilia e del crachers!!

    ciao loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Loredana! se vuoi provare con i baccelli, assicurati che siano freschissimi, se non lo sono, risultano troppo fibrosi e non ne vale la pena, e prova non appena decidi di preparare la classica pasta e piselli,o risi e bisi, la ricetta originale prevede la cottura della pasta con un brodo di baccelli, passati al passaverdure!

      Elimina
  2. che bella idea. Completa e golosa!

    RispondiElimina
  3. mi aspettavo qualcosa di simile perchè la svolta è nell'aria, su questo blog. Io non ci ho mai provato: mi riprometto di farlo, ma non ho ancora trovato una ricetta che mi "attizzi": fino a questi budini, ad essere onesti. Perchè il loro pregio principale è quello di essere appetitosi, divertenti, golosi: tutte qualità che di solito non si abbinano a ingredienti di scarto. Quindi, il primo punto a favore è questo. E poi c'è la struttura del piatto, lieve, giocata sulle sfumature, esattamente come conviene ad una ricetta ecosostenibile :-) come questa. Insomma, la tua sfida personale è stata vinta. E sul resto, incrocia le dita!!!
    grazie ancora
    ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Ale, i tuoi complimenti sono sempre molto graditi, io non amo i piselli, mi piacciono solo quasi nature, ad esempio cotti a bagnomaria, mi piacciono di più i baccelli, perchè sono più delicati! inoltre non riesco ad immaginare di abbinarli ad altri ingredienti che non siano altrettanto verdi! grazie a te!!!

      Elimina
  4. sono senza parole...no una ce l'ho!...spettacolo!!

    RispondiElimina
  5. Rischio di essere ripetitiva, ma ogni volta che mi azzardo a vedere una delle vostre preparazioni, ne esco sempre mazziata... Quasi quasi non posto più!
    P.s. ... e avevo pure preparato la crema di baccelli di fave...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Stefania, se non pubblichi tu non avremmo la più quotata quasi vincitrice del mese! e la tua crema di fave l'ho anche vista ma ora non la ritrovo più, cmq bellissima foto con il contrasto delle posate, ma dove le hai comprate!?

      Elimina
  6. Domani dovrei pubblicare il mio primo esperimento... ma non so se mi convenga.... non ho nessuna possibilità, dovrei nascondermi.
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. stessa lunghezza d'onda, la parola esperimento è nelle mie corde! sarà che sono di Napoli, e con la "monnezza" ho un legame speciale...cmq sono sicura che quando pubblicherai, sarò io a dovermi nascondere!

      Elimina
  7. bellissima e curata la presentazione e bella l'idea di usare anche gli "scarti", dal risultato si capisce che non è un ripiego ma una risorsa, l'olio alla vaniglia è molto particolare, voglio provarlo, grazie!
    :-D
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, mi piace moltissimo la tua ricetta, è superversatile ed ha diversi vantaggi, uno dei tanti è la possibilità di prepararli in anticipo, grazie per essere passata!

      Elimina
  8. Olio alla vaniglia e bacon candito? Mi hai conquistato Giulia!!...per non parlare della cucina ecosostenibile...e dei Signor e Signora Vasetto!! Simpaticissimi! Brava davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao! Ma grazie!!!! l'olio alla vaniglia è profumatissimo ( noooo maddai!!!! ) non dà sapore ma un tocco dolce e rotondo, i candied bacon mi dicono che danno dipendenza, visto che io non li mangio, prova a metterne qualcuno in un buffet :)
      grazie per i complimenti, mi sto allisciando l'ego!!!

      Elimina
  9. nooooooooooooooooo guarda cosa hai partorito!!!!!!!!!!!! e io ancora non ho pensato a cosa fare!!! complimenti perché hai superato te stessa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehehe, ultimamente sono sull'onda...verde! cmq se vuoi un consulto tiro fuori le carte e i tarocchi..vediamo come fare il tuo budino!!!!

      Elimina
  10. ma.. ma... ma... è meraviglioso!!!!!!
    utilizzare TUTTO il baccello??? non l' ho mai fatto.... eppure i tuoi budini sono qualcosa di fantastico!!!!
    bravaaaaaaaaaaaaa
    un bacione cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutto!!! i budini sono molto delicati e richiamano quasi un dolce vista la presenza della vaniglia, ne mangi due o tre senza problemi,
      grazieeeee e un bacione di ritorno anche a te!

      Elimina
  11. Wow ti sei data da fare! Che meravigliosa idea quella di utilizzare i baccelli, brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie chiarina! ti adoro! e guai a te se da adesso in poi butti i baccelli!!!!!! ;PPP

      Elimina
  12. Una volta ho provato a fare gli gnocchi molecolari con i baccelli di fave, ma senza glutine....bè sono venuti davvero molecolari, nel senso che una volta messi nell'acqua bollente sono rimaste solo le molecole ahahahah.
    i tuoi budini sono deliziosi, molto allegri e primaverili, brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :DDDDDDDDDDDDDDD
      bellissima questa! con le fave non ho ancora provato, mi fa un pò impressione la spugnetta nel baccello, vedo con piacere che non sono l'unica a cui piace giocare anche da adulta al piccolo chimico!!!!! un saluto!!!

      Elimina
  13. Meraviglia delle meraviglie :) Perfetti! In quei vasetti poi...

    RispondiElimina
  14. Meravigliosi!!1 tra tutti quelli che ho visto, i tuoi mi hanno colpita molto ;-)
    So che ancora hai postato poche ricette, ma se ti va, vuoi partecipare al mio contest con qualche ricetta della tradizione della tua regione???
    http://leleccorniedidanita.blogspot.it/2012/05/geografia-in-tavola-ricette-ditalia-il.html
    Ti aspetto ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Danita! ti ringrazio tanto per i complimenti, e sono davvero onorata di partecipare al tuo contest..devo solo pensare a cosa! :)

      Elimina
  15. Bellissima la presentazione nel vasetto.. complimenti!

    Mi piace tantissimo anche il fatto che hai usato il baccello: da provare assolutamente!

    a presto
    Eli

    RispondiElimina
  16. ...ecco, appunto......... ma, vada come vada, in bocca al lupo! se la ricetta è bella è bella!!!

    ^_^
    roberta

    RispondiElimina

Qualsiasi parere, idea, suggerimento, sono bene accolti, grazie a chiunque vorrà dedicarmi un minuto per farmi conoscere la sua opinione :)